Madonna del Granato

Capaccio Vecchia
Madonna del Granato

Caduta in rovina la Polis Paestana, la popolazione sale verso il crinale portando con se culti e memorie. La dea Madre Hera ha ormai assunto le sembianze della Vergine Maria ma il suo trono e il granato nella sua mano mantengono saldi i significati di una spiritualità radicata negli usi, al di là delle religioni. Il Santuario risale al X Secolo D.C. E rappresenta l’avamposto a Nord della devozione del Cilento alla Vergine Maria che attraverso la costa e il crinale segna un percorso spirituale che termina a Sud con la Madonna del Sacro Monte di Novi Velia. Il Santuario della Madonna del Granato, nel giorno di Ferragosto è meta di una processione che parte dalle spiagge di Paestum e percorsa a piedi fino all’altura di Capaccio Vecchia in cui è sito.